Qui ci vuole un titolo

00 – La Mostra


Scopri la mostra itinerante di antiche strutture lignee.


Lignea Materia

La Raccolta di modelli di antiche strutture lignee, proveniente dalla Facoltà di Architettura dell’Università di Firenze e gestita dalla Fondazione Guglielmo Giordano, comprende una scelta di circa trenta  pezzi riproducenti strutture lignee del passato, ricchi di grande signiï¬Âcanza dal punto di vista ideativi e per l’originalità delle soluzioni adottate.


Non si può non ricordare – come scrive Gennaro Tampone – che le riproduzioni in scala di architetture e di strutture sono state adoperate da sempre non solo per la rappresentazione visiva, ma per  consentire a progettisti e direttori dei lavori, di poter valutare il proprio progetto in dimensione tridimensionale.


I modelli


Realizzati per la maggior parte dagli studenti architetti dell’Università degli Studi di Firenze, nell’ambito dei cosi di restauro del professor Gennaro Tampone, i modelli riproducono rappresentative opere architettoniche ed ingegneristiche collocate in uno spazio temporale vastissimo. Dall’epoca romana, con il ponte di Traiano sul Danubio, attraverso il Rinascimento, con i ponti di Palladio sul Cismone e le loro successive tre varianti,si giunge all’era contemporanea con i modelli delle strutture lignee realizzate per l’ industria  italiana negli Anni ’30, tra cui si impone il gigantesco magazzino della Montecatini a Brindisi. Tra questi estremi procede il racconto della “materia” vitruviana – il legno strutturale –  mostrando casi più o meno noti, ma tutti sicuramente esemplari.

Tra questi  la carpenteria lignea della copertura del San Petronio a Bologna e quella della chiesa di San Marco a Firenze, oppure, tornado al Palladio, il magnifico diorama della copertura di  Villa Badoer. Altre singolari tipologie sono rappresentate dalla volta lignea della madonna di Loreto a Spoleto, oppure, cambiando decisamente latitudine, nelle complesse strutture di un mulino olandese del XIX °secolo.  Estremamente interessanti, per valore documentativi,  sono le riproduzioni di antiche macchine da costruzione, fedelmente tratte dai bassorilievi romani e dagli studi di Leonardo da Vinci e Francesco di Giorgio Martini.




00 – Elenco dei modelli



  • Mulino Windhoren molen F.Voederman in Olanda;

  • Macchine da costruzione;

    a) Macchine da costruzione;

  • Macchine da costruzione;

    a) Macchine da costruzione;

  • “Prima invenzione” di Andrea Palladio;

  • “Seconda invenzione” di Andrea Palladio;

  • “Terza invenzione” di Andrea Palladio;

  • Il ponte di Traiano sul Danubio presso Drobeta nella Dacia Inferior;

  • Il ponte sul Cismone di Andrea Palladio;

  • Le scuderie di villa Demidoff a Pratolino, Firenze: la carpenteria lignea della copertura;

  • Progetto di consolidamento del palco ligneo della chiesa di San Giuseppe a Tavalle (FI);

    a) Struttura di un solaio ligneo tipico e del suo consolidamento effettuato con lamine e pannelli di legno;

  • Il capannone Ex-Montecatini di Brindisi – plastico 1;

    a) Il capannone Ex-Montecatini di Brindisi – plastico 2;

    b) Il capannone Ex-Montecatini di Brindisi – plastico 3;

  • Struttura di travi di legno composte del capannone di Castellina Scalo (SI). Particolare dell’attacco sull’appoggio;

    a) Struttura di travi di legno composte del capannone di Castellina Scalo (SI). Plastico d’insieme;

  • La chiesa della Madonna di Loreto a Spoleto (PG);

  • San Petronio a Bologna: Carpenterie lignea della copertura della navata centrale;

  • Campata tipo del chiostro dell’ex convento di San Salvatore di Camaldoli (FI);

    a) Campata tipo del chiostro dell’ex convento di San Salvatore di Camaldoli (FI);

  • Copertura lignea del magazzino ferroviario a Ponte al Pino;

  • Strutture lignee della copertura della chiesa di San Firenze.


TAPPE


03.05.2007


Cuneo


Sala San Giovanni – Cuneo


Dal 26 maggio al 30 giugno 2007


08.03.2006


Ferrara


Salone del Restauro


dal 30 Marzo al 2 Aprile 2006


05.01.2005


Genova


Villa Giustiniani Cambiaso


dal 21 al 22 Gennaio 2005 a Genova


06.07.2004


Ancona


Mole Vanvitelliana


dal 15 luglio al 15 Agosto 2004 ad Ancona


05.05.2004


Spoleto


Complesso Monumentale di San Nicolò


dal 28 al 30 Maggio 2004 a Spoleto


02.03.2004


Parma


Palazzo del Rettorato


dal 5 al 20 Marzo 2004 a Parma


10.06.2003


Perugia


Facoltà di Ingegneria


dal 26 Giugno al 5 Luglio 2003 a Perugia


14.05.2003


Bologna


Sede Ordine degli Architetti


dal 23 al 30 Maggio 2003 a Bologna


02.12.2002


Perugia


Palazzo dei Priori


dal 7 al 14 Dicembre 2002 a Perugia


FORUM


L’attività di studio e divulgazione attorno i temi artistici e tecnologici del legno viene inoltre sviluppata dalla Fondazione Guglielmo Giordano con l’organizzazione di forum nazionali – sovente associati all’istallazione della  mostra – che vedono riuniti tecnologi, architetti, strorici di fama nazionale.


Disponibilità della mostra


La Fondazione Guglielmo Giordano conserva la collezione di modelli su incarico del prof. Gennaro Tampone/Collegio

Ingegneri della Toscana e ne gestisce il prestito in favore dei soggetti richiedenti. 


L’intera collezione è dotata di un allestimento espositivo completo, comprendente teche espositive, quinte componibili fornite di illuminazione, corredo iconografico e descrittivo dei modelli, totem di segnalazione e stendardi. La mostra dispone inoltre di un modello publigrafico illustrativo da utilizzare per la realizzazione di inviti, programmi, manifesti ed inserzioni pubblicitarie.


Per informazioni in merito alla disponibilità della mostra e per le norme che regolano il prestito contattare:


Relazioni Esterne


Debora Vella

Fondazione Guglielmo Giordano

Villa Spinola – Loc. Madonna del Piano

06100 Perugia.

info@fondazionegiordano.org