mostre e altri eventi >
emanuel gargano scartime mostra

Emanuel Gargano – Scartime

Scar, come abbreviazione di scarto, ma Scar in inglese significa anche cicatrice, che ci induce a immaginare una ferita aperta in superficie. Opere su cui interviene il “tempo” quale forza caotica e imprevedibile, ingovernabile che incide e altera la materia.


La sintesi massima del pensiero di Emanuel é stata perfettamente formulata da Antoine de SaintExupéry: “La perfezione si raggiunge non quando non c’è più niente da aggiungere, ma quando non vi è più niente da togliere“, fissata in una delle ultime pagine del catalogo pubblicato dalla Fondazione Guglielmo Giordano, che accompagnerà la sua imminente personale oltreoceano, nell’”esotica” New York (a partire dal 6 settembre al 711 di Greenwich Street presso l’Urban Zen Center Foundation by Donna Karan).


Scartime
Scartime
Scartime
Scartime
Scartime
Scartime
prev
next

“Credo che nella storia sia buio, la storia va rischiarita dalla luce baluginante della memoria; per farlo ho quindi usato la luce artificiale, soffusa, per rivedermi al passato. Ho trascorso le gioie e i dolori di un tempo prossimo e remoto dove la luce era forse più intensa di adesso, o forse no. Ho acceso un interruttore sulle mie fortunate o disgraziate origini. Non so se ne avessi bisogno io o la mia meravigliosa terra”.

Emanuel Gargano